Come rinnovare la propria casa senza sostituire i pavimenti

Ovvero come verniciare le proprie piastrelle

By Nuovo Colorificio Zagato  |  03 Ottobre 2018  |  Blog & News

Oggi iniziamo assieme un percorso tecnico legato ad una soluzione che ci viene richiesta sempre più spesso: la verniciatura dei pavimenti.

Nonostante ci siano diverse soluzioni per rinnovare un vecchio pavimento come la ri-piastrellatura sopra l’esistente, la posa di laminati o parquet, la copertura del manto con resine a basso spessore, o ancora la posa di linoleum, moquette oaltri rivestimenti;la verniciatura delle piastrelle esistenti risulta oggi una delle soluzioni più economiche, pratiche e veloci, da poter realizzare in autonomia (con un po’ di manualità) o affidandosi alle mani esperte di imbianchini e decoratori.

A lungo accantonata, negli ultimi tempi ha fatto appello anche a grandi designer per fare notizia e imporsi sul mercato. Effetto mattone, legno venato, ceramica, vintage, aspetto metallizzato, rifiniture in velluto, motivi geometrici: l’eclettismo ci permette di personalizzare le nostre dimore a piacimento….  Facendo diventare elemento indispensabile di design questo prodotto dalle mille sfumature. Oggi la carta da parati si acquista in rotoli. Ciascun rotolo ha delle misure standard che sono larghezza=0,53 m e lunghezza=10,05 m.  Le carte da parati sono un’ottima soluzione per dare un nuovo aspetto alla casa. L’opzione classica di tappezzare interamente una stanza è oggi affiancata dalla scelta di tappezzare una sola parete, a seconda di ciò che si desidera mettere in risalto, come la presenza di un elemento architettonico (per esempio una nicchia, un arco, un muro curvo o una quinta, una colonna).

Perchè scegliere la verniciatura?

1. Costi più contenuti
2. Evitare lavori di demolizione e polvere per casa
3. Non perdere o aggiungere alcuno spessore alla pavimentazione esistente
4. Rendere veloce un lavoro impegnativo
5. Poter scegliere tra infinite sfumature di colore
6. Poter cambiare colore all’esigenza con la stessa tecnica

Scendendo in dettaglio le soluzioni in commercio sono diverse e si differenziano tra loro per caratteristiche chimiche, tecniche ed estetiche.

Esistono prodotti epossidici catalizzati sia all’acqua che al solvente (prodotti con 2 componenti che quando vengono miscelati, danno origine a un processo di essicazione chimico di reazione), prodotti monocomponenti acrilici, vernici trasparenti di protezione, e prodotti a spessore che riempiendo anche le fughe creano un pavimento continuo.

La scelta del prodotto corretto va fatta secondo certe regole e criteri non scritti ma dettati dal buon senso.

Escludendo i prodotti epossidici catalizzati al solvente, che oggi trovano impiego soprattutto nei capannoni industriali, la scelta deve maturare secondo le proprie esigenze di resistenza e le proprie abitudini domestiche.

Ad esempio, un prodotto bicomponente (dove bisogna unire il colore al suo induritore/catalizzatore) assicura maggiore resistenza meccanica e al logorio di un prodotto mono componente, dove l’essicazione avviene per contatto con l’aria. La reazione che si innesca quando mescoliamo i due componenti ha però un tempo limitato di utilizzo, in particolar modo sui prodotti all’acqua, dove questo tempo si riduce in certi casi a meno di un’ora, rendendo necessario quindi mescolare piccole quantità di prodotto per evitare di buttarlo una volta indurito.

Le aziende produttrici, sempre più attente alle diverse esigenze, hanno messo a punto prodotti specifici per verniciare i pavimenti che raggiungono così standard elevatissimi di resistenza e possono essere applicati anche dai profani del mestiere.Questi prodotti totalmente all’acqua, sono utilizzabili in ambienti domestici senza il rischio di fastidiosi odori che persistono per giorni, e vengono addittivati da un promotore di adesione che garantisce loro un’elevatissima resistenza in tutte quelle superfici solitamente più dure da verniciare come piastrelle, vetro, laminati, pvc, melaninici, e molte altre.

Oggi vi parliamo di Tasso Floor, uno smalto monocomponente all’acquaper la verniciatura di pavimenti in ceramica e di altri supporti come cemento, laminati, melaminici e pvc.

Come verniciare un pavimento con Tasso Floor?

Per prima cosa bisogna sincerarsi dello stato di fatto del pavimento stesso, verificateche tutte le fughe siano in ordine e non presentino parti mancanti (se così non fosse bisognerà ripristinarle con stucchi adeguati).

Se siete a piano terra controllate che il pavimento, non abbia problemi di risalita di umidità. Questa operazione senza strumenti specifici come igrometri è molto difficile.

Un efficace metodo casalingo è il “sistema del nylon” che consiste nel prendere un telo di nylon aggiustato, tagliarne in base alle dimensioni della zona più pezzi da 1 o 2 mq e predisporli in diversi punti della stanza attaccandoli perimetralmente al pavimento con del nastro adesivo da pacchi, in modo da evitare rilasci d’aria sotto lo stesso. Se il vostro pavimento trasuda umidità lo capirete nel giro di uno/due giorni quando troverete della condensa sul telo.

Se avete trovato della condensa, o siete a consapevoli di avere dei problemi di risalita dell’umidità, vi consigliamo di non procedere alla verniciatura dei pavimenti perché la creazione di un manto unico e continuo con la vernice porterà sicuramente ad uno scrostamento dello smalto per effetto della spinta dell’acqua in fase di evaporazione. Questa problematica non si presenta, nei piani rialzati di qualsiasi abitazione.

Nei mesi freddi fate attenzione alla temperatura del supporto da verniciare che deve essere superiore ai 10° C.

Appurato che il nostro pavimento non trasudi umidità, abbia tutte le fughe in ordine e ben riempite e che la temperatura sia giusta non ci resta che partire con le varie fasi di verniciatura.

SCARICA GUIDA DETTAGLIATA

Tasso Floor può essere utilizzato anche per la ri-verniciatura di pareti piastrellate, come il retro della cucina, i bagni, le lavanderie e mobili di vario genere, ossia in tutte quelle superfici dove non si vuole carteggiare la superficie. In questi casi sarà necessario dare solo 2 mani sempre negli intervalli di tempo indicati per la verniciatura dei pavimenti.

Colorazioni disponibili

Il prodotto si presenta pronto nel bianco e in 5 tinte base (rosso ossido ral 3009 , verde ral 6021 , grigio ral 7001 e terracotta ral 8023), ma tinteggiabile con i sistemi tintometrici interni al colorificio, grazie ai quali possiamo creare infinite sfumature di colore. È presente poi in una versione trasparente spesso utilizzata come ultima mano per chi teme che eventuali agenti chimici utilizzati per la pulizia possano intaccare il pigmento dello smalto.

Non vi resta che provare e scoprire quanto è facile oggi trasformare un ambiente a costi contenuti.

Buon lavoro e mandateci le foto delle vostre realizzazioni!

Nuovo Colorificio Zagato

Hai bisogno di una Consulenza Gratuita?

Oppure puoi scriverci su Messenger !

Contattaci via Mail